Genius Loci
Chiudi [X]
santuario

statua dell'annunziata


Festa dell'Annunziata a Moio della Civitella



DATA DELLA FESTA: 25 marzo
DESCRIZIONE: Sul monte Civitella si trova un’antica chiesetta dedicata alla Madonna dell’Annunziata. La cappella è lunga circa m. 18 e larga m. 8. Si rileva postuma al complesso greco difensivo. Infatti, le strutture murarie sono state costruite con materiali di risulta. La chiesetta è ad una sola navata con volta a botte. Il presbiterio è separato dal resto da una balaustra in cemento, fatta costruire nel 1953 con le offerte degli emigranti del comune in Venezuela. Nel presbiterio è collocato un altare di marmo, eretto nel 1908, sovrastato da una nicchia che accoglie la statua fittile della Madonna col bambino. Questo modesto santuario è meta di pellegrinaggi in due date dell’anno: il 25 marzo ed il martedì dopo la domenica di Pentecoste. La prima data coincide con la ricorrenza della festa dell’Annunziata, l’altra con la proclamazione del dogma di Maria. Fino a pochi anni fa l’ascesa al monte avveniva a piedi. È molto suggestiva: ogni persona, durante la scalata, recide dei virgulti di castagno e confeziona delle croci che vengono portate in chiesa per la solenne benedizione. Il giorno seguente le croci vengono portate nei campi e conficcate nel terreno dove restano a protezione delle colture. Durante il martedì dopo la domenica di Pentecoste il pellegrinaggio si ripete. Tale evento, capitando sempre in primavera inoltrata, ha tutta la parvenza di essere una festa agreste. Al sorgere del sole si odono tuonare dei mortaretti che segnano l’inizio dell’ascesa alla montagna dei devoti. Nella chiesetta si alternano canti e preghiere rituali. Sullo spiazzo antistante, a conclusione della celebrazione, inizia una processione e la sosta è ai quattro punti cardinali, dove il ministro di Dio effettua con l’ostensorio la benedizione dei campi. Al termine della funzione religiosa i pellegrini si rifocillano per poi riprendere il viaggio di ritorno.

Filmati e documentazione della festa sono disponibili presso la Scuola o il Servizio educativo della Soprintendenza BAP di Salerno ed Avellino.

Torna su