Genius Loci
Chiudi [X]
“IL RESTAURO SU TELA”
LA MADONNA DELLE GRAZIE DELLA CHIESETTA DI PREGIATELLO (SEC. XVII) DI CAVA DE’ TIRRENI


SCUOLA MEDIA STATALE “CARDUCCI - TREZZA” CAVA DE’ TIRRENI – SA

Dopo il restauro della scultura lignea gli allievi della Scuola Media “ Carducci – Trezza” di Cava de’ Tirreni si sono cimentati nel restauro di una preziosa tela, la Madonna delle Grazie conservata nella Chiesetta di Pregiatello (frazione di Cava).
L’esito è stato ancor più entusiasmante.

L’OPERA


Madonna delle Grazie, olio su tela del XVII sec.
La tela rappresenta la Vergine con i santi Francesco di Assisi e Francesco di Paola. La presenza delle anime supplici fa intendere che sia una Madonna delle Grazie. L’opera risale al XVII secolo e mostra una chiara impostazione tardomanierista di stampo fiammingo e corenziano, molto diffusa nei dipinti napoletani fino ai primi del Seicento. La sigla “G.S.” collocata in basso a sinistra della tela potrebbe portare a Scipione Galiani, pittore attivo proprio in questo periodo, ma è attualmente impossibile avere la certezza che sua sia la paternità dell’opera.
















STATO DI CONSERVAZIONE E ANALISI DEI DANNI



particolare dello stato di conservazione prima del restauro
Buona parte dei danni alla tela è stata inflitta dalle condizioni climatiche, il cui mutare determina una deformazione delle fibre. Pertanto in diversi punti si notava il distacco del colore e degli strati preparatori. Ma i danni più gravi sono stati causati dai restauri sbagliati intrapresi nel corso dei secoli.




















CONSOLIDAMENTO


Il consolidamento comprende una serie di azioni miranti a ricreare l’adesione degli strati preparatori del dipinto alla tela di supporto e a rinforzarne le fibre:

alunni all opera per la velinatura del quadro Velinatura della superficie pittorica













rimozione dal telaio Rimozione del vecchio telaio












Pulitura del retro del dipintoPulitura del retro del dipinto


















alunna impegnata nella preparazione dell adesivo Fermatura del colore
(preparazione dell’adesivo: la colla pasta)



















alunni distendono la colla sulla tela Foderatura della tela
(la colla pasta viene distesa sulla tela da rifodero collocata sul telaio interinale)















stiratura Stiratura della superficie dipinta















rimozione della velinatura Rimozione della velinatura















Applicazione della tela su nuovo telaio Applicazione della tela foderata su nuovo telaio
















PULITURA


fase di pulitura
È la fase in cui si eliminano la vernice ingiallita, le eventuali ridipinture e le stuccature inidonee.











STUCCATURA


stuccaturaLe cadute dello strato preparatorio vengono colmate con lo stucco a livello dell’originale.














INTEGRAZIONE PITTORICA


due alunne nella fase di integrazione pittorica
Le parti stuccate vengono dipinte in modo da conferire completezza visiva all’opera, lasciando comunque ben in evidenza, con una tecnica, quella del rigatino, l’intervento di restauro.














VERNICIATURA


il Risultato finale del restauro
È l’ultima operazione: la tela viene ricoperta con una vernice protettiva.






















LA CHIESA


cappella devozionale dedicata a Sanctae Mariae de Virginibus
Il dipinto si trova a Pregiatello di Cava, nella piccola cappella devozionale dedicata a Sanctae Mariae de Virginibus, fondata probabilmente nel 1592. L’edificio si distingue per la sua semplicità e per il piccolo campanile. All’esterno il tempo ha cancellato i fregi, lasciando intravedere poche tracce di un affresco sul muro di facciata.





















Credits:


“Il restauro dell’opera d’arte”
direttori: Alessandro Manzo e Lucia Vitolo
Funzionario responsabile dei restauri: dr. Angelina Montefusco
Coordinamento: dr. Maria Pasca


Torna su