Genius Loci  
  formazione docenti | itinerari tematici e formativi | laboratori didattici | voce sotto men - mappa del sito
 
I Campanili


Paesaggio - arte - ambiente - architettura per conoscere e valorizzare il territorio.

Duomo di Salerno Il percorso tematico del progetto è denominato Campanili per sottolineare l’identità di un territorio e il senso di appartenenza ad esso da parte dei propri abitanti. Il programma, Genius Loci, ideato e coordinato dalla Soprintendenza per i BAPPSAE di Salerno e Avellino, attraverso percorsi tematici diversi, mira, infatti, a valorizzare e far conoscere il territorio, cogliendone "l'identità locale" e le peculiarità.


vai alla pagina del progetto "I Campanili"


I Longobardi del Sud


San Pietro a corte, piastrella del pavimento longobardo Un percorso sulle tracce delle testimonianze artistiche e culturali longobarde nelle province di Salerno e Avellino, recentemente acquisite alla pubblica fruizione grazie a restauri e studi.
Si tratta di architetture ed affreschi che segnano i territori che costituirono la Langobardia Minor, in cui si riorganizzarono i Longobardi, guidati da Arechi II, all’indomani della caduta, sotto la spinta di Carlo Magno, della Langobardia Maior.
Qui regnarono fino all’XI secolo lasciando preziose testimonianze di una cultura raffinata ed articolata, priva di ogni accento barbarico, ma impregnata di influssi classici ed orientali che avevano assimilato nei luoghi conquistati.

vai al sito de "I Longobardi del Sud"


Progetto regionale “La scuola adotta una festa”


logo adotta festa L'Unesco nel 2003 ha adottato la "Convenzione per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale", ratificata dall'Italia nel 2007, con cui ha inserito nel patrimonio culturale da tutelare le feste e le tradizioni popolari, intese come beni etno-antropologici che testimoniano le peculiarità culturali e sociali di un territorio. Da qui è nato il progetto, proposto dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania ai Servizi educativi delle Soprintendenze e della Biblioteca Statale di Montevergine, per avviare un censimento delle feste in tutta la regione Campania.


vai alla pagina del progetto "La scuola adotta una festa"

Feste e tradizioni popolari

Progetto didattico 2008-2009 “Adotta un paesaggio”.



diplomaIn un paese di antica civilizzazione come l’Italia, il paesaggio ha acquisito una sua bellezza – spesso celebrata e documentata da artisti di ogni epoca – che va salvaguardata, ergo, in primo luogo, (ri)conosciuta, compresa, analizzata nella sua complessità, affinché le esigenze della modernità vengano tradotte in azioni non avventate, non improvvide e casuali: piuttosto, ispirate al principio di precauzione, saldamente ancorate allo studio, alla discussione, alla ricerca.
Educare lo sguardo degli studenti, fornire loro strumenti di conoscenza e di critica, renderli consapevoli sia della complessità dell’oggi che di quella crescente di domani, insegnare loro un atto di responsabilità verso il futuro – inteso come progetto collettivo capace di dare un destino sostenibile all’individuo, alle specie, al vivente tutto – è la finalità precipua di questo progetto.


Presentazione alle scuole del progetto
Modulo di iscrizione

Progetto didattico

15/01/09 - Seminario di formazione "Adotta un paesaggio"
Salerno, Museo Diocesano "San Matteo", ore 9,30 - 17,30

I Paesaggi


Progetto didattico 2009-2010 “Insediamenti monastici e conventuali nelle province di Salerno ed Avellino”



Società multietnica e multiculturale; lo scontro di civiltà avverso il dialogo interreligioso: temi di attualità che attraversano i media e investono la quotidianità.
Per evitare risposte rozze e sommarie, restituire profondità e spessore a queste problematiche, è necessario che studenti e docenti interroghino assieme la storia.
Ebbene, l’espansione normanna nel nostro Meridione, per la concomitante presenza di principati e contee longobarde, province bizantine, avamposti arabi, offre uno straordinario esempio di contesto multietnico e multiculturare sul quale è affascinante soffermarsi: perché esso produsse sì conflagrazioni e scontri (di cui le Crociate sono l’esempio più eclatante) ma anche straordinarie contaminazioni, proficui contatti e scambi: si pensi alla Scuola Medica Salernitana o alla fortuna commerciale di Amalfi...



progetto didattico 2009-2010

Bibliografia

Seminari di formazione

Gli Insediamenti Torna su